Fabbricascolta, il futuro dei giovani


ABOUT THIS PROJECT

la fabbrica del futuro interpretata dai giovani del nostro territorio

COSA
Studio, progettazione e realizzazione di un’installazione urbana, video-box e interviste in città per completare una ricerca di mercato su cosa pensano i minori di trent’anni del lavoro in fabbrica. Evento di presentazione durante la manifestazione “Fabbrica Aperta” sostenuto da Unindustria Pordenone.

 

fabbricascolta-schema

 

COME
Lo studio multidisciplinare ha coinvolto diverse professionalità che ruotano all’interno del nostro spazio di coworking e due figure che rappresentano cliente, marketing e comunicazione. Dopo alcuni incontri di ascolto per comprendere i bisogni del cliente e per collocare il progetto all’interno del palinsesto dell’evento “Fabbrica Aperta” il gruppo ha prodotto un concept a cui abbiamo dato il nome “fabbricascolta”.
Il primo vincolo posto durante la progettazione è stato di far interagire con il pubblico direttamente dei giovani studenti o neo-laureati per facilitare l’apertura, il linguaggio e le modalità di interazione. Per questo abbiamo coinvolto due studenti della vicina facoltà di Scienze e Tecnologie Multimediali per le riprese e il montaggio dei video e due coworker “umanisti” per la realizzazione delle domande relative all’intervista.
La scelta successiva è stata di catturare i contenuti sia per strada, in un freddo sabato pomeriggio, sia attraverso un’installazione, un video-box progettato, realizzato e installato in centro a Pordenone per raccogliere le interviste focalizzate sulla domanda base “come immagini la fabbrica del futuro?”.
Il video-box è costituito da due elementi ad L raccolgono e orientano i flussi di fruizione verso il punto centrale (di ripresa video): l’uno con un sistema comunicativo che informa gli utenti-spettatori sull’evento in corso e li accompagna fino a porgli la domanda principale alla quale rispondere poi davanti la videocamera, l’altro simbolicamente suggerisce un padiglione che raccoglie percezioni e analogamente le diffonde aprendosi alla città.
La forma complessiva rimanda altresì alla fabbrica… ad una fabbrica che ascolta!

 

 

PERCHÉ
La finalità principale di tutto l’intervento è stato fornire all’indagine statistica svolta per l’evento un supporto fisico, una presenza reale, per catturare espressioni, volti e piccole provocazioni che difficilmente sarebbero emerse dall’indagine telefonica.
Non ultima la volontà di essere presenti nel Territorio con un’installazione per segnare con forza quanto sia importante l’ascolto da parte di Unindustria Pordenone.
Infine la finalità di mod-o: raccogliere intorno al tema aziende-confindustria-lavoro giovani professionalità ancora in formazione per sviluppare relazioni virtuose con attori di rilievo e decisori strategici, e avvicinare al concetto di coworking imprenditori del secondario.

 

DOVE
Piazzetta Cavour e teatro Verdi a Pordenone.
Nella seconda fase del progetto l’installazione è stata spostata presso l’istituto ITST Kennedy per ostruire un link fra Unindustria e questa scuola di eccellenza del Territorio.

 

CHI
Coworker e professionisti della progettazione e della comunicazione per un totale di 10 persone coordinate da mod-o.

CATEGORY:
Comunicazione, Coworking, Design